Una vacanza tra avventura e relax nel paradiso dell’Isola d’Elba

Ci sono isole da visitare. E poi c’è l’Isola d’Elba. La più grande delle isole dell’Arcipelago Toscano (la terza più grande d’Italia) è un paradiso tutto da scoprire. Sia per gli amanti della tranquillità, sia per gli sportivi in cerca di emozioni ed avventure. Vi consigliamo 5 itinerari, tra i tanti a disposizione, per trascorrere un viaggio indimenticabile.

Capo Sant’Andrea
Quest’area dell’Isola d’Elba venne scelta già dal popolo degli Etruschi per l’estrazione del ferro, di cui l’isola è piena. Era un territorio anche ricco di legname. In questa zona è possibile imbattersi sul terreno nei cosiddetti “schiumoli”, residui del processo di purificazione del ferro usato dagli Etruschi. Anche i Romani, che solcavano questo mare, hanno lasciato tracce nella zona: relitti di imbarcazioni. I ritrovamenti si possono ammirare nel Museo archeologico di Marciana. A Capo Sant’Andrea è possibile effettuare escursioni in mare e, a terra, attraverso meravigliosi sentieri. Oppure immergersi semplicemente nelle acque cristalline e incontaminate.

Le spiagge più belle
Con i suoi 147 km di costa, l’Isola d’Elba offre spiagge bellissime e varie. Davvero per ogni gusto. Ne citiamo solo alcune, ma lasciamo a voi il piacere della scoperta dell’immenso patrimonio di quest’isola. La spiaggia di Acquaviva è di ciottoli bianchi. Bellissima. Si trova nella zona di Portoferraio. Sempre vicino Portoferraio c’è la spiaggia di Bagnaia: fondo ghiaioso e acque cristalline. Nella zona ci sono stabilimenti balneari. Ottima per gli amanti delle escursioni in barc e canoa. A 8 km da Portoferraio c’è la spiaggia di Biodola: famosa località turistica dell’isola con alberghi e ristoranti direttamente sul mare. Sul golfo della Biodola è possibile trovare anche la spiaggia sabbiosa di Forno: per chi ama maggiore tranquillità, ma mantenendo il confort dei servizi. la spiaggia Le Ghiaie è una delle più belle dell’isola. E’ una zona di riserva ambientale dove è possibile effettuare anche escursioni subacquee. Queste sono solo alcune delle opportunità offerte dall’isola: lasciamo a voi il piacere della scoperta delle altre bellissime spiagge dell’Isola d’Elba.

Il Forte Falcone
La struttura accoglie i visitatori all’arrivo sull’isola. La sua costruzione si deve a Cosimo I dei Medici come sistema difensivo contro i pirati Barbareschi: è il mito di Cosmopoli, a cui hanno dato il contributo gli architetti Giovanni Camerini e Bernardo Buontalenti. Una visita obbligatoria per chi decide di trascorrere le proprie vacanze sull’Isola.

L’isola di Napoleone
Napoleone trascorse l’ultima parte della sua vita sull’Isola d’Elba. Opere come ville, teatri, musei restano a testimonianza della sua importante presenza. Consigliamo di visitare, in particolare, l’antica Villa dei Mulini, risalente al periodo mediceo. Fu proprio Napoleone a farla restaurare e lo considerava uno dei suoi luoghi preferiti.

Le miniere di ferro
La ricchezza di ferro dell’isola era conosciuta già ai tempi degli Etruschi e dei Romani. L’attività di estrazione della miniera di Ginevro, a Capoloveri, è proseguita fino al 1980. Qui è possibile visitare la galleria sotterranea. L’Isola d’Elba è anche questo: storia e cultura millenaria del Mediterraneo.

 

Tags:, , , , ,