15 0

Piscinas, il deserto della Sardegna

Sapevate che in Sardegna nel comune di Arbus, esiste un vero deserto?

Non un deserto qualsiasi, un deserto di sabbia dalle grandi meraviglie!

Piscinas regala un pezzetto di Africa lungo 20 kmq, caratterizzato da dune dorate, alte circa 100 metri!

Appena giunti, vi renderete conto della meraviglia di questo posto, mai toccato dalla mano dell’uomo e sottoposto a continua crescita, senza mai fermarsi.

Un paesaggio unico nel suo genere, che il National Geographic ha inserito tra le 21 spiagge più belle del mondo!
Una premessa degna della bellezza di questo scenario mozzafiato, il quale regala acque cristalline, ricche di specie marine dalle mille sfumature di colore. Prima di vedere il blu però, vi imbatterete nelle colline sabbiose, una peculiarità della Costa Verde, ma che solo in questa struggente zona raggiungono l’apice dello splendore!

Davvero un paesaggio che lascia senza fiato, imperdibile nella vostra vacanza nell’isola. Basti pensare che un tratto di circa 800 metri, è stato ufficialmente selezionato nel 2018 come spiaggia naturista più grande d’Europa!

Qui, ogni tanto si aggira indisturbato il cervo sardo, che facilmente potreste incontrare, mentre in riva al mare troverete tante simpatiche tartarughine che depongono le uova.

Lo si può definire un “deserto in miniatura”, anche se le sue dimensioni non sono poi così modiche.

La sabbia regala uno scenario mai noioso, grazie alle sue infinte gradazioni di colore!

In particolare noterete un contrasto sorprendente dal bianco al dorato in antitesi perfetta con le acque trasparenti, il tutto a dir poco memorabile. La vegetazione cresce rigogliosa tra ginepri secolari, gigli di mare e papaveri di sabbia.

Passeggiare nel deserto fra queste dune di sabbia è qualcosa di inspiegabile… Per un attimo vi sembrerà di essere in un ambiente sahariano!

E poi? Sarà possibile organizzare escursioni o praticare sport?

Una domanda quasi retorica, in quanto a rendere ancora più peculiare questa zona ci sono le miniere antiche di Ingurtosu, situate al centro del distretto minerario di Sulcis Inglesiente.

I resti di questi storici insediamenti fanno parte di un borgo abbandonato, che regala l’opportunità di strepitose escursioni e Trekking da non da non farsi scappare.

Ma qual è il momento per giusto per vedere Piscinas?

Il periodo migliore inizia verso il Pasqua, ma agosto è di sicuro il mese di punta. Ma se adorate la quiete e la privacy, giugno e settembre rappresentano il periodo ideale con poca gente e mare meraviglioso dove fare il bagno in serenità.

Qualunque sia il periodo che sceglierete non dimenticate di assistere ad uno dei miracoli di madre natura più belli della Sardegna, il tramonto di Piscinas!

Le nostre destinazioni

Post Discussion

Be the first to comment “Piscinas, il deserto della Sardegna”