Tra i luoghi di interesse della Norvegia non possono mancare i Fiordi Norvegesi, dove assistere a due spettacoli della natura: l’aurora boreale e il sole a mezzanotte.

fiordo norvegeseI Fiordi Norvegesi sono più di mille, tutti diversi l’uno dall’altro dalla bellezza inestimabile. Una delle modalità di visita più utilizzata dai turisti è la crociera che combina l’opportunità di godere di diverse attività non rinunciando a conoscere molte città della Norvegia.

I Fiordi più importanti sono quelli della Norvegia occidentale, ovvero Geirangerfjord e Nærøyfjord che fanno parte dal 2005 del Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’UNESCO, vere e proprie opere d’arte della natura da scoprire tutte d’un fiato.

Al primo sguardo queste lunghe insenature d’acqua potrebbero ricordare dei laghi, ma in realtà sono molto profondi, alcuni arrivano a 1300 metri e possono raggiungere una lunghezza di svariati chilometri.

La natura stessa è l’artefice di questo spettacolo della natura, nato dallo sciogliersi dei ghiacciai in epoche lontane nel tempo. Il ritiro dei ghiacciai provocò queste spaccature che poi successivamente vennero ricoperte dal mare, alternando lufiordo di naeoyfjordngo le coste zone pianeggianti che custodiscono piccoli villaggi caratteristici con le rinomate case di legno colorate e zone con pareti rocciose direttamente nel mare che danno origine di volta in volta a fantastiche cascate, conseguenza dei tanti laghi presenti, ovvero 450.000 in tutta la Norvegia.

Tra i Fiordi Norvegesi più belli facente parte del più grande Sognefjord, c’è Nærøyfjord, un nome una garanzia, in quanto deriva da Njord “il dio dei mari”. Il fiordo più stretto al mondo lungo 18 chilometri e segnato da una natura del tutto selvaggia, custode di tante cascate che regalano eccezionali giochi d’acqua e villaggi che sembrano appartenere a romanzi fantasy. In alcuni punti la sua larghezza è pari a soli 250 metri ed è circondato da montagne alte 1800 metri. Spesso durante la navigazione la luce si disperde così tanto da creare un effetto di luci originale e non di rado ci si imbatte in passeggere piogge che donano stupendi arcobaleni.

Il secondo fiordo acclamato dai turisti nel mondo è Geirangerfjord, particolarmente suggestivo per la sua forma a S e per la presenza di due cascate legate ad una leggenda: La De Syv Sostrene (le sette sorelle) e Friaren (il pretendente). La cascata delle “sette sorelle”è legata ad una leggenda bellissima che vede protagonista un principe che si innamorò di sette sorelle mentre alloggiava nella casa di proprietà del padre delle ragazze. Il principe decise di sposare la sorella più bella ma una notte si lascò andare allo sfarzo e all’alcol non riuscendo così a riconoscere la sua amata. Di conseguenza secfiordo norvegeseondo la leggenda del posto, le lacrime delle sette sorelle si trasformarono in cascata e il principe a sua volta per punizione venne trasformato in una cascata a forma di bottiglia, una delle attrazioni più richieste in tutta la Norvegia. Alle due estremità del fiordo si trovano i villaggi di Hallestylt e Geiranger e presenta numerosi sentieri escursionistici tra i quali spicca la Strada Montana Trollstigen e La Strada delle Aquile.

Geirangerfjord si trova a circa 100 chilometri dalla città di Alesund, a nordest di Bergen, denominata “il cuore dei fiordi”, la seconda città più grande della Norvegia.

Affascinante e fiabesca, circondata da sette colline e sette fiordi, Bergen è una città a misura d’uomo ricca di attrazioni turistiche e siti archeologici straordinari. Il centro storico affaccia sul Byfjord e passo dopo passo ci si ritrova in una delle zone più belle della città ovvero il porto di Vågen e il quartiere di Bryggen, il primo patrimonio UNESCO della Norvegia dal 1979. Questo quartiere è un capolavoro di architettura e storia con case e strade realizzate completamente in legno e costruite sull’acqua dai colori più svariati legati all’autunno come senape, bianco e molte tonalità di rosso.

Il luogo perfetto per video e foto da far invidia, in quanto sono presenti centinaia di case di legno lungo le colline, tranquillamente raggiungibili per mezzo di funicolari che permettono di ammirare uno stupendo panorama. Per gli amanti della montagna esiste poco fuori dal centro storico una funivia che porta sul Monte Ulriken a quasi 600 metri di altezza.

bergen norvegiaBergen custodisce anche molte chiese di rara bellezza come la sua cattedrale che vicino al portale d’ingresso nasconde una palla di cannone incastrata, conseguenza della battaglia di Vågen del 1665 e la Chiesa di San Giovanni costruita nel 1800 in mattoncini rossi in totale stile neogotico. Tra le numerose attrazioni della città spicca anche Thetamuseet, un piccolissimo museo, il più piccolo dell’intera Norvegia caratterizzato da una sola stanza usata durante il nazismo dalla resistenza norvegese. Oggi nel museo è possibile visitare gli interni della stanza con riproduzioni fedeli degli oggetti di guerra, trasmettitori, mobilia e ricevitori del Gruppo Theta.

La Norvegia racchiude bellezze uniche al mondo fra paesaggi sconfinati e natura incontaminata dove balene, aquile reali e orsi polari saranno amici fedeli di questa cornice mozzafiato.

Visitare i Fiordi Norvegesi significa spingersi alla scoperta di giochi di luce indimenticabili e di momenti eterni come la bellezza dell’aurora boreale tra fine settembre e fine marzo dove fa buio dal primo pomeriggio fino a tarda mattina ed è molto più probabile che in cielo compaia il tanto atteso spettacolo dalle mille sfumature di verde, blu, rosa e viola.

 

Testi: Adriana Pignatelli