BIT 2019, Calabria regina della “Dieta Mediterranea”

Una proposta che unisce, mare, montagna, cultura, ospitalità ed enogastronomia. La Calabria si presenta alla Bit (Borsa internazionale del turismo di Milano), in programma dal 10 al 12 febbraio, con 60 operatori puntando sulla “dieta mediterranea”. E’ stato lo studioso Ancel Keys nel 1957 nel trattato “Seven Countries Study” a stabilire che la “Dieta Mediterranea” ha le sue radici in Calabria e, precisamente, nel borgo di Nicotera.

Il tema sarà al centro del “2°Meeting Internazionale sulla Dieta Mediterranea“, indetto per valorizzare le buone pratiche alimentari ed agricole, coniugate con i molteplici benefici in termini di salute, legati al lifestyle made in Calabria. All’evento (di cui si conosceranno altri particolari a breve) parteciperanno chef stellati, rappresentanti del mondo medico-scientifico ed ospiti internazionali. Testimonial sarà lo chef calabrese Francesco Mazzei, ideatore dell’evento cultural-culinario “No Waste, cucinare senza spreco”.

Il “No Waste”, spiegano gli organizzatori, è un principio fondamentale strettamente legato alla diffusione, in Calabria così come nel resto del mondo, della dieta mediterranea: il modello nutrizionale calabrese utilizza infatti tanti ingredienti considerati “poveri”, dando vita a ricette straordinarie, realizzate con i prodotti freschi che la terra offre, semplici, gustose ma soprattutto salutari, come mostrerà lo chef Mazzei con uno speciale showcooking presso lo stand a BIT. Mazzei preparerà tra l’altro gli spaghetti al “garum” con cime di rapa e cavolo nero, una ricetta che oltre all’ottimo olio d’oliva calabrese, prevede l’uso di mollica di pane e il prezioso condimento dell’antica Roma preparato con le alici.Nel corso della BIT i visitatori potranno scoprire il meglio della proposta turistica regionale per le proprie vacanze.

 

Tags:, ,