Un po' Oriente e un po' Occidente si fondono in maniera straordinariamente armoniosa nella bella Istanbul, l’antica Costantinopoli forte e imponente come poche.

I “Viaggi di Xavier” propongono un viaggio organizzato nel paese multietnico per eccellenza, la Turchia.
Un itinerario speculare in ogni suo dettaglio che prevede 15 giorni di totale relax e divertimento alla scoperta della cultura turca e delle sue sfaccettature.

Il tour non può che aver inizio da Istanbul, una città che non abbisogna di presentazioni, dato il suo enorme bagaglio storico-culturale.

moschea blu istanbulFra le attrazioni presenti a Istanbul, menzioniamo la spettacolare “Moschea Blu”, un luogo suggestivo e mistico, rivestito al suo interno da oltre 20 mila piastrelle in ceramica colorate prettamente con il blu e il turchese.
Proprio la scelta di questa tonalità stilistica ha permesso di creare un gioco di luce, grazie alle moltissime finestrelle presenti sulle cupole.

Si prosegue con la visita della Cisterna Romana Sotterranea, costruita nel 532 d.C. dall’Imperatore Giustiniano.

Dopo la discesa di una piccola scala vi ritroverete in un meraviglioso tempio sommerso, contraddistinto da 140 metri di lunghezza e 70 di larghezza, coperto da un soffitto a volte sorretto da 336 colonne di origine classica, divise in 12 file di 28 elementi distanti l’uno dall’altro 4 metri.

Attenti a notare le due gigantesche teste di Medusa, una capovolta e l’altra orizzontale!

A soli 5 minuti a piedi dalla Moschea Blu, sarete faccia a faccia con quel che resta dell’Ippodromo, un antico luogo di sport risalente all’antica Bisanzio, nome con cui veniva chiamata la città, durante il periodo imperiale ottomano.

In cosa vi imbatterete? Nel leggendario Obelisco di Teodosio, la Colonna Serpentina del Tempio di Apollo a Delfi e nella Colonna di Costantino.

Proseguendo ulteriormente la visita della città è inevitabile soffermarsi sul Palazzo Topkapi, residenza dei sultani ottomani per secoli e mezzo essenziale per il controllo del traffico marittimo tra il Mar Nero e il Mar Mediterraneo. Una vera cittadella, imponente e tutta da scoprire!   

Dopo una pausa ristorazione eccellente, il viaggio continua con una Crociera sul Bosforo per ammirare palazzi, moschee e fortezze del versane asiatico ed europeo; per poi concludere la visita di Istanbul con la bellissima Basilica Santa Sofia.

Aya Sofia, una delle più grandi opere architettoniche del mondo, ricordata soprattutto per la sua lunga e svariata vicenda storica. Sin dalla sua costruzione per volere di Giustiniano, si mostra interessante, in quando per la sua realizzazione furono utilizzate colonne provenienti dai templi di Diana a Efeso e di Atene in Egitto. Sono presenti minareti ed enormi dischi circolari alle pareti sui quali sono impressi i nomi sacri musulmani in lingua turca, perché Mehemet il Conquistatore volle trasformarla in moschea. Nel 1935 venne trasformata in museo, ma poi successivamente nuovamente riconvertita in moschea. Una basilica che merita sicuramente una fermata.

Prima di lasciare la città, è d’obbligo una sosta al Grand Bazaar, il mercato coperto più grande al mondo, dove fare shopping tra spezie, libri antichi, tappeti, prodotti in cuoio e tanti manufatti in rame e ottone.

Dopo alcuni giorni di pernottamento ad Istanbul, lo sguardo si volge verso Ankara, verso la Cappadocia con mongolfiere istanbul turchiaun’indimenticabile sosta al Lago Salato.

Una regione splendida e quasi surreale quella della Cappadocia, definita da molti con l’appellativo “paesaggio lunare”, inserita nella lista dei Patrimoni dell’Umanità dall’Unesco nel 1985. Migliaia di turisti ogni anno non perdono l’occasione di un giro in mongolfiera tra i Camini delle Fate, ammirando canyon, torri, castelli rupestri e quasi 300 chiesette scavate nella roccia.

La successiva tappa turistica che l’itinerario ha voluto preservare per i suoi partecipanti è Pumukkale, anch’esso dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, un luogo davvero unico al mondo. Il significato del suo nome ci fa già volare con l’immaginazione, “castello di cotone” e il perché non serve spiegarlo, basta guardare la stravaganza delle bianche terrazze di travertino a forma circolare, che ospitano piccole piscine termali, le quali si sono formate alle pendici di una montagna bianchissima che contrasta in modo alquanto sorprendente con il turchese delle acque e la pianura verde sottostante.

Indescrivibile, anche la visita alle rovine dell’antica Hierapolis, una località termale romana e bizantina, che regala ai suoi visitatori un cammino conoscitivo che non ha eguali tra rovine di monumenti antichissimi e una suggestiva necropoli.

Cultura, divertimento e sano relax sono gli elementi portati del catalogo “I Viaggi di Xavier”, dove come obiettivo principale c’è la voglia di far toccar con mano la tradizione e la storia dei popoli del mondo.

Come tappa finale prima della ripartenza c’è Bodrum, una città che attira per le sue tante attrazioni come il Castello San Pietro e le sue spiagge.

 

 

Testo: Adriana Pignatelli