“New York, New York è una scommessa d’amore…” 
Esserci stato significa amarla e per chi sogna di andarci è un idillio.
Nel catalogo ”I Viaggi di Xavier” è presente un’estate nella “Grande Mela”, il mito americano amato e decantato da innumerevoli volti noti nel mondo dello spettacolo e dell’arte, New York. 
Un itinerario lungo e ben strutturato, durato 11 giorni, tra bellezze moderne e musei storici intramontabili. 
Per prima cosa, una valigia ricca di curiosità e almeno un paio di scarpe comode per partire alla scoperta dei luoghi più belli della città che non dorme mai!

times square new yorkNew York è divisa in 5 distretti, ma principalmente vi ritroverete senza dubbio a trascorrere l’intero itinerario turistico a Manhattan, la sua quintessenza.
È il cuore della città di NY, dove ritrovare tutti quei posti e quei musei famosi che avete sempre visto in film e documentari. Si comincia con il MOMA, il Museum of Modern Art, a seguire Guggenheim Museum con la sua spirale bianca e sempre sulla Fifth Avenue sfavillante come pochi il MET, il Metropolitan Museum of Art, ma anche parchi, locali, piazze, le attrazioni, i grattacieli; insomma un’area fantastica dove non ci si può annoiare di sicuro da Times Square a Ground Zero, la ex zona delle Torri Gemelle
Ma di fatti la citta comprende anche il Queens, il Bronx, Brooklyn e Staten Island.

“I Viaggi di Xavier” raccontano giornate ricche di avventure e divertimento, ma sicuramente uno dei ricordi più belli è quello di Central Park, una giornata trascorsa a passeggiare tra gli 843 acri, un momento di svago perfetto in totale stile newyorchese, magari con una classica coperta e un buon libro.
Definito non a caso il “polmone verde” della città, grandissimo e affollatissimo da milioni di turisti provenienti da ogni parte del mondo; eppure proprio in virtù dei suoi 300 ettari garantisce a chi voglia trascorrere qualche ora solo con i propri pensieri, posti celati da meraviglie verdi ad ogni angolo.

E tra sorrisi e qualche chiacchera, imperdibile la visita nei luoghi teatro di molte scene cinematografiche come “L’avvocato del diavolo” o “Men in Black”. central park new york

Insomma una città viva e caotica da alcuni punti di vista soprattutto nelle ore di apertura e chiusura degli uffici, ma per chi ha cercato di comprenderla, apprendendone i pregi e i difetti, ha potuto definirla una delle mete più belle del mondo, dove in realtà ci si può spostare facilmente a piedi, ammirandone il bagliore infinito, dato particolarmente da uno dei suoi più famosi simboli indiscussi, la Statua della Libertà. 
“I Viaggi di Xavier” prevedono un organizzazione strutturata nei minimi dettagli, la quale ha garantito ai suoi partecipanti 5 giorni indimenticabili a New York, trascorsi in una bolla di emozioni come quella al Rockfeller Center, grattacielo suggestivo come non mai di sera o la passeggiata “obbligatoria” per ogni buon turista sul ponte di Brooklyn dove scattare una foto ricordo da portare via con sé e di certo un pomeriggio nel quartiere di Harlem, considerato l’epicentro della cultura afroamericana e della cultura latino americana grazie all’El Museo del Barrio.

Ma l’itinerario non si ferma di certo qui, a seguire diversi giorni con pernottamento a Philadelphia e Washington.
Philadelphia si presenta come una città elegante e vivace allo stesso tempo, luogo di nascita di Grace Kelly, Andy Warhol e Louisa May Alcott.
Conserva al suo interno luoghi da vedere almeno una volta nella vita come lIndependence National Historical Park, definito “il miglio quadrato più ricco di storia di tutta l’America”, dove come prima tappa è consigliabile il Liberty Bell Center, nel quale poter contemplare la campana di bronzo il cui ritocco accompagnò la prima lettura della Dichiarazione d’Indipendenza. Ma anche tanti posti romantici come Society Hill e Elfreth’All o per chi voglia divertirsi e svagarsi, perfetta una giornata allo Zoo di Philadelphia. Insomma una città che sa stupire, facente parte dal 2005 nell’elenco dell’UNESCO come patrimonio dell’umanità.

Per quanto riguarda Washington le principali attrazioni sono riunite nelle zone del National Mall, Capitol Hill, Georgetown e Foggy Botton Area. Ovviamente il totale stupore di tutti non potrà che volgersi verso la White House, la cosa più importante della nazione, modesta a primo sguardo ma affascinante indubbiamente, caratterizzata da uno stile unico tra il Federal, l’Ellenico e il Vittoriano. 

La fine del viaggio è vicina, “I Viaggi di Xavier” hanno previsto come chicca finale le Cascate del Niagara.
Inutile sottolinearne la bellezza, in quanto questo luogo fluttua nell’immaginario collettivo da sempre come qualcosa di epico e magico. Com’è possibile? Semplice, ritrovarsi al loro cospetto fa sentire davvero molto piccoli, certamente non saranno le cascate più alte del Canada o degli Stati Uniti, ma con i loro 168 mila metri cubi di acqua al minuto sono di sicuro le più possenti e imponenti.

cascate niagara

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Testo: Adriana Pignatelli